whatsapp   

Sabato

19

Marzo 2022

Come creare plugin per wordpress

Come creare plugin WordPress – intestazione file php

  1. blog Come creare plugin WordPress – intestazione file php
event_available
schedule
help_outline

Perché creare un plugin per WordPress

In questa guida ti mostrerò come creare in pochi passaggi un plugin per WordPress, il CMS più utilizzato dagli sviluppatori di tutto il mondo.

Prima però vorrei farti una domanda: perché hai deciso di creare un plugin per WordPress?
Il nostro CMS mette a disposizione un sacco di plugin già pronti da installare senza fatica e senza dover scrivere numerose righe di codice.

Ti capisco, tutti gli sviluppatori prima o poi sentono il bisogno di fare di più!
È vero che esistono un sacco di plugin ma non tutti sono perfetti per il nostro sito web.

Tempo richiesto: 40 minuti.

Come creare plugin WordPress

  1. Vai nella cartella wp-content/plugins

  2. Crea una nuova cartella con il nome del tuo plugin

  3. Inserisci il file nome-mio-plugin.php

  4. Inserisci al suo interno l’intestazione per farlo leggere da WordPress

  5. Vai nel pannello di amministrazione di WordPress per controllare che tutto funzioni

Sviluppare un plugin per WP ti permette anche di:

1
Venderlo nella collezione dei plugin a pagamento di WordPress
2
Snellire codice CSS e JS che potrebbero avere altri plugin
3
Realizzare esattamente le funzioni che ti servono

Come creare il tuo plugin per wordpress?

help_outline

Veniamo subito al dunque, per creare il tuo plugin avrai bisogno di:

1
Un nome per il tuo plugin
2
Accedere alla cartella wp-content/plugins
3
Creare il file .php principale
4
Inserire l’intestazione del file php principale
5
Sviluppare i file necessari alle tue funzioni

Dopo aver scelto il nome del tuo plugin dovrai accedere alla directory su cui sono hostati i file della tua installazione di wordpress.

Ora dovrai creare la cartella che conterrà tutti i file del tuo plugin. Ci sono alcuni accorgimenti per la creazione, spiegati anche nella documentazione di wordpress.

Dovrai chiamarla con il nome del tuo plugin senza spazi o caratteri speciali, ad esempio “mio-plugin” ed inserirla all’interno della cartella

wp-content/plugins/

altrimenti il tuo plugin non funzionerà.

Fatto ciò non ci resta che creare il file .php principale. Il Manuale di wordpress consiglia di chiamarlo con lo stesso nome della cartella e così faremo anche noi:

mio-plugin.php

code

Intestazione file .php

Ottimo, arrivati a questo punto, all’interno del file appena creato, dovremmo inserire un DocBlock cioè una porzione di codice appositamente formattata. Questo codice è necessario al corretto funzionamento del plugin:

?php
/**
 * Plugin Name:       Mio Plugin
 * Plugin URI:        https://www.agenziawebeureka.it/
 * Description:       Realizzazione di un nuovo plugin
 * Version:           1.00
 * Requires at least: 5.2
 * Requires PHP:      7.2
 * Author:            Eureka web
 * Author URI:        https://www.agenziawebeureka.it/
 * License:           GPL v2 or later
 * License URI:       https://www.agenziawebeureka.it/plugin-licenses
 * Text Domain:       my-basics-plugin
 * Domain Path:       /languages
 */
// inserirai qui il resto del codice
?>

A questo link potrete trovare la documentazione completa dell’intestazione appena creata:

Vediamo il codice:
Plugin Name: È il nome del tuo plugin (con spazi, maiuscole ecc…) Verrà mostrato agli altri utenti.

Plugin URI: È l’url della pagina principale del tuo plugin, dove saranno descritte le sue caratteristiche e la documentazione.

Description: È la descrizione del tuo nuovo plugin, spiega a cosa serve e perché le persone dovrebbero installarlo sul loro sito.

Version: È la versione corrente del plugin che verrà incrementata ad ogni tuo aggiornamento

Requires at least: È la versione di WordPress più bassa su cui funzionerà il tuo plugin. potrai impostarla una volta testato il tuo plugin su diverse versioni di Worpdress

Requires PHP: È la versione di PHP richiesta per il corretto funzionamento del tuo plugin.

Author: Qui dovrai inserire il nome di chi ha sviluppato il plugin

Author URI: È l’indirizzo al sito web dello sviluppatore

License: È il nome breve della licenza per utilizzare il tuo plugin. Puoi trovare maggiori informazioni qui

License URI: Un collegamento al testo completo della licenza

Text Domain: È il dominio di testo gettext, puoi trovare maggiori informazioni qui

Domain Path: È il percorso che utilizza WordPress per cercare le traduzioni del tuo plugin.

Ben fatto! Ora puoi aprire la bacheca di WordPress e vedrai che il tuo plugin è apparso nella scheda plugin, dovrai solo attivarlo.

Ora sei pronto a sviluppare le tue funzioni! Vediamo come inserire codice HTML, Css e Javascript nel tuo plugin nei prossimi articoli.

Il tuo nuovo plugin di WP

code
library_books

Leggi anche

Come inviare dati dei form con Ajax serialize() a php
Scopri
Come usare le chiavi API Google
Scopri
Come unire file Javascript e CSS in WordPress
Scopri
come creare tipi di post personalizzati in wordpress
Scopri
Come creare template articoli personalizzato WordPress
Scopri
Come fare redirect in WordPress senza plugin
Scopri
Come recuperare utenti WordPress e dati senza plugin
Scopri
Variabili in CSS come usarle nei tuoi fogli di stile
Scopri

Contattaci

perm_identity
alternate_email
phonelink_ring
message

Il tuo messaggio è stato inviato con successo!
Ti risponderemo a breve

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

message
perm_identity
alternate_email

keyboard_arrow_up