whatsapp
keyboard_arrow_down Contatti

Sabato

29

Giugno 2024

cos'è il packaging

Cos’è il packaging? L’unione tra marketing e funzionalità nelle confezioni

  1. blog Cos’è il packaging? L’unione tra marketing e funzionalità nelle confezioni
event_available
schedule

Cos’è il packaging? Il packaging si è evoluto completamente dalla sua comparsa, attribuita durante la Rivoluzione Industriale di fine ‘700. L’esigenza dell’epoca di conservare e trasportare una maggiore quantità di prodotti si trasformò col tempo in qualcosa di più, ovvero in un reale strumento di marketing.

Oggi il packaging è fondamentale per il brand ma anche per il consumatore perché possiamo inserire immagini accattivanti e informazioni dettagliate sul prodotto.

Cos’è il Packaging?

Packaging definizione

Il packaging, dall’inglese package (pack) cioè confezione, è quella branca del marketing che studia, progetta e realizza le confezioni dei prodotti.

Lo scopo è attirare il cliente senza dimenticarsi della sua funzione originaria, cioè proteggere il prodotto garantendo facilità di consegna, usabilità e, anche, sostenibilità.

Il prodotto confezionato deve spiccare in mezzo agli altri sugli scaffali, quindi i colori vanno studiati nei minimi particolari, così come i font, le dimensioni, le immagini, le forme e il materiale. Spesso prevalgono i colori accesi e si evitano con molta attenzione quelli usati dalla concorrenza.

Anche il packaging fa parte della customer journey e deve rispondere alle esigenze della mappa.

Anche il prodotto contenuto all’interno deve essere chiaro e ben presentato sulla confezione. Hai mai visto l’immagine di una birra senza le classiche gocce di condensa? Ebbene quelle goccioline ti danno la sensazione che il prodotto sia fresco e dissetante, quindi più buono rispetto agli altri. Sulla confezione dell’acqua San Bernardo sono addirittura stampate in rilievo sulla bottiglia, proprio per comunicare questa sensazione al tatto. Si tratta di fare un buon uso delle tecniche del neuromarketing, che includono anche bias cognitivi come quelli elencati prima.

Cos’è il packaging con gocce di condensa su birra
gocce di condensa su acqua

Ariadne's Arts

Shop Online di Spiritualità e Cristalli

Bracciale feng shui pixiu Drusa in ametista Incenso angel protection Pirite grezza Bracciale in occhio di tigre
Visita lo Shop

Cos’è il Packaging se non coinvolge il pubblico?

Un packaging efficace è capace di coinvolgere il pubblico, e per farlo puoi sfruttare tecniche di marketing ben precise. Puoi ad esempio basarti sul creare hype, con campagne di pre lancio di un pack in edizione limitata o particolare, oppure puoi sfruttare il viral marketing sui social.

Non solo hype, sfrutta le festività per packaging allegri, inserisci buoni sconto e omaggi oppure gioca con chi acquisterà il tuo prodotto.

Un esempio interessante ce lo fornisce la Skipper Zuegg. La nota marca di succhi di frutta ha dato la possibilità ai bambini di giocare proprio con la confezione, ormai vuota. Sul pacchetto infatti è disegnato il frutto che dà il gusto al succo, per metà nella parte superiore e l’altra in quella inferiore. Sovrapporre più confezioni creerà tante faccine di frutta sorridente, a comunicare al bambino che il succo è più “divertente”. Un ottimo storytelling.

Un altro caso eclatante è la confezione dell’Happy Meal di McDonald’s che diventa un vero e proprio gioco per chi lo ordina. A tal proposito, sfrutta momenti dell’anno per adattare il packaging dei tuoi prodotti come ha fatto McDonald’s in occasione della settimana dedicata alla salute mentale, rimuovendo il sorriso dalla scatola del suo panino più famoso.

Cos’è il packaging del succo skipper zuegg con faccina per bambini

Packaging creato per il cliente

Il packaging viene a volte realizzato con forma e colore del prodotto stesso, questo per comunicare in modo più efficace cosa contiene o per mettere in risalto proprietà benefiche.

Un caso interessante è l’azienda di cosmetici Holika Holika con i suoi pack a forma di foglia di aloe. Una mossa di marketing davvero forte per il brand, che si rende immediatamente riconoscibile comunicando in modo immediato anche i valori stessi dell’azienda, ovvero l’uso di prodotti naturali e sostenibili.

Cerchi collaborazioni professionali?

Ecco cosa abbiamo creato per te

  • Portale online per professionisti
  • Suggerimenti di profili in linea con la tua riceca
  • Eventi, consigli, nuovi lavori, opportunità di collaborazione
  • Tutto in un unico portale completamente Italiano!

Compila il questionario per saperne di più

Eureka Web

Scopri di più
Cos’è il packaging a forma di prodotto

Esigenze particolari: vegan, gluten free e bio

Negli ultimi anni, le esigenze del pubblico e dei possibili clienti sono evolute, e con esse anche i pack dei prodotti. In particolare, sempre più persone perseguono uno stile di vita green, scegliendo un regime alimentare vegano o vegetariano, e ripongono sempre più attenzione all’ambiente, all’utilizzo di materiali riciclati o sostenibili, e sempre meno tolleranti alla plastica.

Un’altra casistica sono le necessità di natura fisiologica, come le intolleranze al glutine e al lattosio. Il packaging è un valido alleato per rendere riconoscibili i tuoi prodotti e renderli sempre più inclusivi, infatti puoi esplicitare determinate caratteristiche del tuo prodotto direttamente sulla confezione, oppure realizzarla con materiali riciclati per dimostrare l’attenzione e la salvaguardia del nostro pianeta.

È molto apprezzata anche la possibilità di riutilizzare la confezione in altro modo, invece di buttarla. Una fra tutte la campagna Barilla, che ci ha offerto un ottimo esempio.

Quando la confezione parla solo con te

Molti packaging sono dedicati interamente al consumatore. Pensa alle bottiglie di Coca Cola in vetro, un vero pezzo da collezione! La campagna “Share a coke”, poi, inseriva più di 150 nomi di battesimo sulle bottiglie.

Stessa cosa per i barattoli di Nutella con il tuo nome scritto sopra che comunicano l’estrema attenzione dell’azienda per te.

Cos’è il packaging della bottiglia coca cola da collezione
cos'è il packaging del barattolo nutella con nome

Anche utilizzare la scrittura brail per non vedenti sulla confezione stessa del prodotto comunica la tua attenzione e il senso di inclusione sociale di cui la tua azienda si fa portavoce.

Per finire, anche le etichette devono fornire informazioni chiare e dettagliate per il consumatore. Oltre alle disposizioni di legge sugli ingredienti è bene comunicare anche come l’azienda si prende cura del consumatore, magari scegliendo filiere di produzione a basse emissioni, importando materie prime in maniera etica, prediligendo il made in Italy e così via.

Ricordati che il packaging spesso oggi compare su e-commerce, quindi verifica che sia qualcosa che catturi l’attenzione anche su un sito per aumentare le vendite.

Case study: packaging di successo

Il packaging di marchi come IKEA, Apple, Durex e Coca Cola esemplifica come un design ben pensato possa rafforzare l’identità del brand e migliorare l’esperienza del consumatore.

  1. Ikea punta su packaging pratici e funzionali. Le istruzioni di montaggio dei prodotti Ikea sono un vero capolavoro di semplicità e chiarezza: invece di complicate descrizioni testuali, l’azidenda utilizza esclusivamente illustrazioni intuitive. Questo approccio visivo elimina le barriere linguistiche e permette a chiunque, indipendentemente dalla lingua parlata, di assemblare i mobili con facilità. Inoltre, il packaging è progettato per ottimizzare lo spazio e ridurre i costi di trasporto, allineandosi con l’impegno del brand verso la sostenibilità.
  2. Apple, invece, è rinomata per il suo packaging minimalista ed elegante, che sottolinea l’attenzione ai dettagli e l’alta qualità dei suoi dispositivi, creando un’esperienza di unboxing unica e memorabile.
  3. Durex utilizza un packaging discreto ma distintivo, che non solo assicura discrezione e protezione, ma spesso include frasi simpatiche e giocose che aggiungono un tocco di leggerezza e umorismo. Queste frasi non solo catturano l’attenzione dei consumatori, ma aiutano anche a destigmatizzare l’uso dei preservativi, promuovendo un’immagine positiva e rassicurante. Esempi di tali frasi includono giochi di parole e riferimenti spiritosi che rendono l’acquisto e l’uso del prodotto un’esperienza più piacevole e meno imbarazzante.
  4. Coca Cola, con il suo iconico packaging rosso e il logo inconfondibile, evoca un senso di nostalgia e familiarità, mantenendo una connessione emotiva forte con i consumatori di tutte le età.

    Questi esempi dimostrano come il packaging non sia solo un contenitore, ma una componente essenziale della strategia di branding che può influenzare significativamente la percezione del prodotto e la fedeltà al marchio.

Packaging e influencer marketing

Negli ultimi anni, l’uso degli influencer per promuovere il packaging è diventato una tattica efficace per le aziende.

Gli influencer, grazie alla loro vasta audience e alla capacità di instaurare una connessione autentica con i follower, riescono a trasmettere il valore aggiunto di un packaging ben progettato. Che si tratti di unboxing, recensioni dettagliate o semplici menzioni nelle storie, l’approccio degli influencer permette di mettere in luce la qualità, l’innovazione e l’estetica del packaging attraverso il content marketing.

Questo tipo di promozione non solo aumenta la visibilità del prodotto, ma ne rafforza anche la percezione di qualità e desiderabilità. Ricorda di rendere la tua confezione molto appealing quando la invii a sponsor e creators per fare in modo che chi la vede si ricordi del tuo brand.

In un mercato sempre più competitivo, collaborare con influencer rappresenta una strategia vincente per le aziende che desiderano distinguersi e creare un legame più forte e autentico con il proprio pubblico target.

Cos’è il packaging se non puoi trarne vantaggio?

Ormai hai visto come le grandi aziende hanno utilizzato il packaging per rendere più appetibile il loro prodotto. Un caso eclatante è il marketing Coca-Cola che ha fatto della bottiglia di vetro un vero pezzo da collezione!

Ma come lo puoi sfruttare per la tua azienda? Ogni packaging è diverso. Non c’è un consiglio che può andare bene per tutti. Innanzitutto, devi avere ben chiari i valori aziendali di base e la tua brand identity per poterla comunicare in modo efficace, utilizzando call to action nascoste.

Poi chiediti, chi è il tuo cliente? L’individuazione di un target e di un buyer persona ideale ti permettono di definire la strategia da utilizzare. Importante anche il tono di voce, lo storytelling adatto a descrivere il prodotto, i colori da usare per il pack. Puoi optare per i colori del tuo logo, oppure utilizzare la psicologia per trovare quelli più adatti. Eh sì, i colori hanno un significato ben preciso e suscitano in chi li guarda emozioni ben diverse!

Cos’è il packaging senza l’attenzione per il cliente? Pensa alle sue esigenze, prova a immedesimarti nei suoi panni mentre utilizza i tuoi prodotti. Di cosa ha bisogno?

Quando avrai le risposte, saprai anche che packaging creare. Basati anche ovviamente su una analisi dei competitor e un’analisi SWOT ben fatta!

Cos’è il packaging e perché è importante?

Il packaging è l’involucro che contiene e protegge un prodotto durante il trasporto, la conservazione e la vendita. È importante perché non solo garantisce l’integrità del prodotto, ma svolge anche un ruolo cruciale nel marketing, influenzando le decisioni di acquisto dei consumatori attraverso il design, la funzionalità e la comunicazione del brand.

Come il packaging può influenzare la percezione del brand?

Un packaging ben progettato può migliorare l’immagine del brand, trasmettendo valori come qualità, sostenibilità e innovazione. Ad esempio, un design elegante e minimalista può suggerire un prodotto premium, mentre materiali riciclati possono enfatizzare l’impegno dell’azienda verso l’ambiente.

Quali sono i materiali più comuni utilizzati nel packaging?

I materiali più comuni includono carta e cartone, plastica, vetro, metallo e materiali biodegradabili o compostabili. La scelta del materiale dipende dal tipo di prodotto, dalle esigenze di protezione e conservazione, e dalle considerazioni ambientali.

Cosa sono le istruzioni illustrate e perché sono usate?

Le istruzioni illustrate sono guide visive che mostrano come utilizzare o assemblare un prodotto senza bisogno di testo scritto. Sono usate per superare le barriere linguistiche e rendere le istruzioni accessibili a un pubblico globale. Ad esempio, IKEA utilizza istruzioni illustrate per facilitare il montaggio dei mobili da parte di chiunque, indipendentemente dalla lingua parlata.

In che modo le aziende possono rendere il packaging più sostenibile?

Le aziende possono rendere il packaging più sostenibile attraverso diverse strategie, come l’uso di materiali riciclati e riciclabili, la riduzione del materiale utilizzato, l’adozione di design riutilizzabili o ricaricabili, e l’ottimizzazione delle dimensioni e del peso per ridurre l’impatto ambientale del trasporto.

Ti è piaciuto questo articolo?

favorite thumb_down
Autore articolo

Fabio

Sono un terribile realista. Pratico e determinato ma anche un grande sognatore, ecco perché do continuamente vita a nuovi progetti online e non. Nel 2019 ho fondato Eureka Web proprio per rendere possibile tutto questo. Insieme possiamo realizzare la tua idea!


Visita il sito
library_books

Leggi anche

Come scegliere i colori per un sito web
Scopri
Come creare un'infografica davvero efficace
Scopri
Come funziona l’algoritmo di YouTube
Scopri

Contattami

perm_identity
alternate_email
phonelink_ring
message

Il tuo messaggio è stato inviato con successo!
Ti risponderemo a breve

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

message
perm_identity
alternate_email

keyboard_arrow_up